A Castell’Azzara domenica 10 novembre si è tenuta la giornata commemorativa dell’Unità d’Italia e delle Forze armate

castell'azzara festa novembreIl coro dei bambini delle elementari senza zaino commuove tutta la platea. Il comune di Castell’Azzara ha celebrato, domenica 10 novembre, la giornata commemorativa dell’Unità d’Italia e delle Forze armate prima a Selvena e poi a Castell’Azzara. Alla presenza del sindaco Maurizio Coppi, che ha pronunciato un discorso commemorativo e di ringraziamento, dei Carabinieri, dei Corpi bandistici di Castell’Azzara e Selvena, delle insegnanti e gli alunni della scuola primaria e i loro genitori, ha commosso tutti i partecipanti il coro dei bambini che hanno intonato “Fratelli d’Italia” e “La canzone del Piave” quando è avvenuta la benedizione della corona d’alloro e la sua deposizione davanti al monumento ai Caduti delle guerre.I bambini tenevano con le mani un grande tricolore e bandierine bianco rosso verde. La maestra Rosella Nasini che ha preparato i bambini del coro, commenta: “Sono 12 anni che i bambini della primaria “Senza zaino” partecipano a questa ricorrenza nazionale. Per preparare questo coro, ci riuniamo tutti nel corridoio della scuola, la “Grande agorà”. C’è sempre un silenzio impressionante quando viene spiegato il testo di Fratelli d’Italia, nostro inno nazionale. Che ha contribuito a costruire la nostra democrazia. Ma il momento più emozionante è il loro canto che arriva dritto al cuore. Cantare poi, nella commemorazione del 4 novembre di fronte alle lapidi dei caduti in guerra, amplifica la suggestione e la comunità diventa viva in un abbraccio fra generazioni”.

Da Venerio
Ottica Colombini
piccolo hotel aurora
ARS fotografia
Banca Tema