Alda Merini alla Libreria Senese per la festa della donna

eros-mistico-e-misticismo-erotico“Eros mistico e misticismo erotico nella poesia e nella prosa di Alda Merini”. Il libro di Mena de Luca edito da Effigi, si presenta a Siena, alla libreria senese, alle 19, l’8 marzo, per la festa della donna. Un libro scrigno di informazioni, riflessioni, rimandi ad altri testi di studiosi e ricercatori, in un intreccio di voci e di opinioni su una delle più grandi poetesse del novecento. Una artista difficile da inserire in una corrente o in un filone letterario, perché la sua voce modernissima e singolare ha costituito da sola, per così dire, un’avanguardia letteraria. La De Luca, già autrice di poesie lei stessa e di saggi critici, insegnante di materie letterarie, stavolta si concentra sulla voce di Alda Merini (1931-2009) e in particolare sull’eros mistico e il misticismo erotico, aspetti di questa grande penna novecentesca, già indagati da Maria Corti, appartenente alla cerchia di poeti e intellettuali amici della Merini e conosciuta nel salotto letterario Spagnoletti di Milano. La De Luca si sofferma, analizzando passi e opere dell’artista milanese, sul poetare e sul rapporto poesia-follia della Merini, sulla sua concezione dell’amore, partendo dalla citazione dei due primi amori importanti della poetessa, Manganelli e Quasimodo. E infine l’esperienza religiosa della poetessa consumata anche in manicomio dove “l’anima si rarefaceva ogni giorno”, per usare le parole della Merini. Il libro, tutto al femminile, viene, dunque, presentato per la festa della donna a cui la Merini ha lasciato testimonianze di sofferenza e messaggi di speranza: “Per sentire il soffio della tua eternità, Signore, noi dobbiamo camminare tra le pietre e le piogge”.

Da Venerio
Ottica Colombini
piccolo hotel aurora
ARS fotografia
Banca Tema