Amiata: comunali 2019

chess-2484477_1280Non c’è ancora niente di certo sui nomi che si presenteranno alle prossime comunali, stesso dicasi per i programmi. Programmi e campagne elettorali sono in preparazione, certo è che a distanza di pochi mesi la situazione è lungi dall’essere ben delineata. Andando ad analizzare i singoli comuni, il primo nome noto è quello di Marcello Bianchini ad Arcidosso, per il resto nel comune resta tutto ancora incerto. Non si sa ancora se l’attuale sindaco Jacopo Marini si ricandiderà, anche se voci di corridoio vedono la ricandidatura come una possibilità concreta. Lazzeroni ha affermato che la lega potrebbe essere della partita solo se rappresentata dal proprio simbolo di riconoscimento. Altra incognita riguarda il M5s: farà una propria lista o sosterrà la civica di Camporesi?

Situazione ingarbugliata anche quella di Castell’Azzara. L’attuale sindaco Fosco Fortunati ha già anticipato che non ha intenzione di pensare a una ricandidatura. Marzio Mambrini, ex sindaco, il cui nome era stato accostato a una lista civica di centro sinistra, smentisce tutto. Attualmente il nome che viene ritenuto più probabile a ricoprire la carica di sindaco è Tiziana Pollini consigliera comunale di maggioranza, persona nota e ben vista a Castell’Azzara. La compagine che fronteggerà il centro sinistra al momento guidata da Maurizio Coppi, non accenna a palesarsi.

Quadro più delineato quello di Castel del Piano. Pare infatti certo il nome di Michele Bartalini per la lista civica di centro destra, mentre per il centro sinistra (il sindaco uscente Franci al suo secondo mandato, non si ripresenterà) dopo che erano circolati vari nomi, cominciando dall’ex sindaco Franco Ulivieri e poi quello del giovanissimo segretario Pd Federico Badini, sembra invece il nome di Cinzia Pieraccini quello più gettonato, la quale a giorni scioglierà la riserva.

Per Seggiano c’è la lista di fusionisti, un’altra lista civica di centro destra, le cui fila sono tirate da Mario Simi consigliere di minoranza. Infine la lista di centro sinistra che pare non sarà guidata dall’uscente Gianpiero Secco che preferisce lasciare. Come capolista di centro sinistra emerge il nome di Daniele Rossi che è già stato sindaco di Seggiano, ma, si avverte, il comitato elettorale sta lavorando a nomi e programmi e le idee non sono ancora chiare.

A Santa Fiora per il centro sinistra è dato quasi per certo che il sindaco Federico Balocchi bisserà l’incarico anche se lui stesso non conferma né smentisce, mentre il suo avversario storico Riccardo Ciaffarafà afferma di stare lavorando a lista e programma

A Cinigiano, la sindaca uscente Romina Sani si ricandiderà senza simboli di partito.  I rumors che potrebbe essere sostenuta anche da lega e FdI sono stati zittiti dagli stessi vertici dei due partiti, ragion per cui Giovanni Barbagli, capogruppo dell’attuale opposizione è pronto a dare battaglia nella primavera elettorale.

A Piancastagnaio il Pd ha manifestato attraverso un comunicato la sua volontà di tornare a governare e  di contribuire al “cambiamento di Piancastagnaio”, oltre alla mai celata contrarietà all’operato dell’attuale sindaco Vagaggini.

Attualmente è una situazione in divenire, restiamo in attesa delle prossime mosse sulla scacchiera politica amiatina.

Commenti

1 commento a “Amiata: comunali 2019”


  1. […] Non c’è ancora niente di certo sui nomi che si presenteranno alle prossime comunali, stesso dicasi per i programmi. Programmi e campagne elettorali sono in preparazione, certo è che a distanza di pochi mesi la situazione è lungi dall’essere ben delineata…(continua) […]

Da Venerio
Ottica Colombini
piccolo hotel aurora
ARS fotografia
Banca Tema