Castiglione d’Orcia: i numeri delle amministrative 2019

rossi-barniClaudio Galletti sindaco per il secondo mandato

Nelle elezioni amministrative dello scorso 26 maggio il sindaco uscente di Castiglione d’Orcia, Claudio Galletti, è stato riconfermato con la lista “Centro-sinistra per Castiglione d’Orcia”, che ha ottenuto 858 voti (75,73 %) rispetto al totale di 1133 voti validi complessivi; l’altro candidato alla carica di sindaco, Giuseppe Antipasqua, con la lista “Presenza Attiva per Castiglione d’Orcia” ha ricevuto 275 voti (24,27 %).

In termini percentuali la coalizione di centro-sinistra è passata dal 68,5 del 2014 al 75,73 di questa tornata (+ 7,23). Nella precedente erano presenti altre due liste, “Insieme per il territorio” guidata da Cinzia Rustici e “Cambiamento di Rotta” con il candidato sindaco Riccardo Ferretti: ebbero rispettivamente il 16,31 ed il 7,98 per un totale di 24,28 punti percentuali. All’epoca la quarta lista, quella di “Forza Italia” guidata dallo stesso Antipasqua, si attestò al 7,2 per cento dei voti validi.
Facendo altri raffronti si nota come cresca la disaffezione verso le urne: l’affluenza al voto scende dal 72,83 del 2014 al quasi 65 per cento di oggi; furono 1504 i votanti nel 2014 rispetto ai 1276 del 26 Maggio (- 228), 1416 i voti validi nel 2014 rispetto ai 1133 nel 2019 (- 283). Cresce il numero delle schede bianche: 41 nel 2014, 57 nella tornata attuale (+ 16); le nulle sono passate da 47 ad 86 (+ 39), aumentando del 78 per cento. Il totale dei voti non validi passa da 88 a 143, aumentando di circa il 60 per cento.

Venendo alle preferenze dei singoli candidati, la Lista di centro-sinistra ne ha fatte registrare 78 per Andrea Marzocchi, seguito con 72 da Valentina Pierguidi; Giulia Maria Ciacci ed Erika Formichi ne hanno guadagnate rispettivamente 56 e 54, mentre 51 sono state quelle di Lorenzo Armeni e 35 per Roberto Rossi; a chiudere gli eletti, nei quali è compreso ovviamente il candidato sindaco Claudio Galletti, c’è Renato Cingottini con 20 preferenze. Non entra in consiglio comunale Massimo Pierguidi. Nella Lista “Presenza Attiva”, insieme al candidato sindaco Giuseppe Antipasqua, risultano eletti Peppina Mesina con 22 preferenze e Davide Giovannetti con 12. Seguono con 8 preferenze ciascuno Fabio Caldi e Fabio Pecci. Più indietro Sergio Crociani, Paolo Bardi e Osvaldo Battistini. Mentre gli eletti sono impegnati a produrre i documenti loro richiesti dagli uffici comunali in vista della prima seduta del nuovo “parlamentino” castiglionese, che si terrà il 14 giugno alle 18 e sarà per la quasi totalità dedicato agli adempimenti relativi all’insediamento, il primo cittadino aveva già ufficializzato qualche giorno prima delle elezioni i nominativi dei due assessori che andranno con lui a comporre la Giunta: si tratta della riconfermata Alice Rossi e di Vinicio Barni (probabile vice-sindaco).

Da Venerio
Ottica Colombini
piccolo hotel aurora
ARS fotografia
Banca Tema