Destinazione Amiata, quale futuro?

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa di bookingamiata.com

amiata montagnaLettera aperta ai sindaci dell’ambito turistico Amiata da parte di bookingamiata.com
Il comunicato stampa trasmesso dai comuni di Santa Fiora, Piancastagnaio, Castell’Azzara e Roccalbegna ha consacrato la guerra in atto sul Monte Amiata per l’accaparramento dei fondi pubblici messi a disposizione dalla Regione Toscana.
L’Amiata dopo la promulga della legge regionale 24/18 è stata accorpata in un’unica unità amministrativa definita” Ambito turistico Amiata”: 8 comuni, con Abbadia Salvatore come capofila.
Detto istituto beneficia di un progetto di marketing ad hoc, messo a punto dal Centro Studi Sul Turismo della Regione Toscana e di risorse per attuarlo.
Tra gli interventi:
• la realizzazione del progetto territoriale in cui sono individuati prodotti, mercati e azioni da svolgere
• la realizzazione dei una rete di informazione al turista con uffici comunali
• la realizzazione di un marchio Amiata
• la realizzazione di un portale territoriale (si dovrebbe sfruttare e rafforzare il già esistente bookingamiata.com).
• la partecipazione a fiere nazionali ed internazionali
• una campagna di comunicazione on line
• e altro ancora
Si deve anche individuare, un tour organizer di area, che sarà il referente di Toscana Promozione, l’organo regionale addetto alla comunicazione del marchio/prodotto Toscana.
Un ritorno alla vecchia Apt Amiata, dopo anni di assoluta anarchia.
In questo stato di abbandono, prima del nuovo assetto di governance del turismo regionale, è stato presentato un progetto di sviluppo incentrato sulla parte alta della Montagna.
Oggi 4 degli 8 comuni, di cui è composto l’ambito, rimasti fuori da questo piano di intervento, hanno avanzato la pretesa di essere anche loro destinatari di parte di questi denari.
È scoppiata una lotta per la spartizione, quanto meno criticabile.
Nel mezzo gli imprenditori ed i lavoratori che col turismo ci mangiano e che hanno bisogno che questi soldi vengano spesi bene.
I comuni devono tutelare i loro cittadini.
Auspichiamo che il confronto sul tavolo dell’Ambito Turistico Amiata venga ripreso al più presto, e che gli operatori del territorio rappresentati da bookingamiata.com possano parteciparvi.

Da Venerio
Ottica Colombini
piccolo hotel aurora
ARS fotografia
Banca Tema