Pronto il programma dell’Estate Arcidossina per ripartire in un momento delicato

Pronto il programma dell’estate arcidossina: Visite guidate, mostre, presentazioni di libri, concerti, giochi per bambini, mercati, sport. E torna Narrastorie di Simone Cristicchi e la prestigiosa rassegna culturale di “Notizie dall’Amiata”, con appuntamenti sui grandi temi di attualità con intellettuali, scrittori, giornalisti. Ad Arcidosso il professor Sabino Cassese dialogherà sul tema del “dovere”.

Il Sindaco Jacopo Marini: “Ripartiamo insieme per superare questo delicato momento post Covid. Una ripartenza che per poter essere efficace ha bisogno, però, del contributo di tutti, istituzioni, attività produttive, associazioni, cittadinanza. Ma non solo. E’ l’Amiata tutta che deve ripartire insieme ed è per questo che, costruendo il programma, Arcidosso ha cercato una coesione con gli altri comuni amiatini, in una visione ampia e unitaria di tutto il comprensorio”.

estate arcidossina 2020Ripartiamo insieme… sul Monte Amiata. Il Comune di Arcidosso ha pronto il programma dell’“Estate arcidossina” che propone eventi rivolti a vari target di pubblico e che risponde ai tanti interessi che possano solleticare turisti e residenti a vivere in modo appagante i mesi estivi. Visite guidate, mostre, presentazioni di libri, giochi per bambini, mercati, sport. E torna, attesissimo, il Narrastorie di Simone Cristicchi dal 26 al 30 agosto, per celebrare i festeggiamenti in onore della Madonna Incoronata. “Abbiamo deciso di confermare un programma ricco, coinvolgente e che faccia bene anche all’anima in questo momento delicato post Covid – spiega il Sindaco di Arcidosso Jacopo Marini – e questo è il nostro contributo per la ripartenza dopo un periodo di grandi privazioni. Una ripartenza che per poter essere efficace ha bisogno, però, del contributo di tutti, istituzioni, attività produttive, associazioni, cittadinanza. Ma non solo. E’ l’Amiata tutta che deve ripartire insieme ed è per questo che, costruendo il programma, Arcidosso ha cercato una coesione con gli altri comuni amiatini, in una visione ampia e unitaria di tutto il comprensorio. Punte di diamante di questo nostro intendimento, gli eventi “Notizie dall’Amiata” che porta nel nostro territorio intellettuali di prestigio e il giro d’Italia femminile che vede il coinvolgimento di tanti nostri borghi in uno spirito di collaborazione e unità di intenti. Manifestazioni che rispecchiano la volontà generale della nostra montagna di uscire da una visione particolaristica e di porsi, invece, come un corpo unico e solido per affrontare “tutti insieme” questo non facile momento della ripartenza”. Entrando, poi, all’interno della programmazione, Marini osserva: “Gli eventi sono stati in parte ridimensionati rispetto alla programmazione pre-Covid, anche da un punto di vista economico, ma non ci siamo voluti sottrarre nel fare la nostra parte, sostenuti anche dallo sforzo di tutti i soggetti coinvolti che ci sono venuti incontro sul budget e che hanno comunque contribuito a preparare un cartellone importante, pur con eventi parzialmente ridimensionati, come Narrastorie che ha solo tre spettacoli di punta ma che ha tanti laboratori per vari target di età. Ci siamo collegati con gli esercizi pubblici, dove, ogni venerdì sarà proposto un concertino musicale con gruppi locali di valore. E poi il 15 agosto, alle 18, in Piazza Cavallotti, il gran concerto di Morellino Toscana Festival, Consort Brass Ensamble Berlin, diretto dal maestro Dariusz Mikulsky con il violinista Davide Alogna e il soprano Aleksandra Gudzio, un Ensamble di altissimo livello che ci onoriamo di ospitare. E accogliamo per la prima volta ad Arcidosso la prestigiosa rassegna culturale “Notizie dall’Amiata” che porta nella nostra montagna intellettuali di spicco, giornalisti e scrittori. Arcidosso è onorato di avere come ospite il professor Sabino Cassese, giudice emerito della Corte Costituzionale che ci accompagnerà a riflettere sul tema del dovere su cui si dovrebbe fondare la nostra convivenza civile. Arcidosso partecipa, dunque, per la prima volta a questa rassegna e ne siamo felici. Ringrazio, per questo, le organizzatrici, Mariolina Camilleri e Alessandra Sardoni”. Il Sindaco sottolinea, poi, la varietà e le peculiarità delle offerte del cartellone estivo: “Mostre, presentazioni di libri, iniziative religiose, ma tutto sotto il comun denominatore della speranza e dell’invito a una ripartenza serena per tutti e con gli spunti per una riflessione a tutto tondo sui grandi temi e valori che devono guidare la nostra vita. Da mettere in evidenza, poi, l’importanza del giro d’Italia al femminile che tocca molti borghi amiatini, fa per due volte il giro della nostra montagna e rispecchia dunque questa volontà di collegamento e coesione fra tutte le nostre realtà comunali e l’intero cono vulcanico. ”. Sfogliando il programma, vediamo che gli argomenti scelti dagli organizzatori, raccolti nei filoni “Passeggiando nel tempo” e “L’Amiata in cammino”, accompagneranno alla rigorosa scoperta del territorio nelle sue infinite sfaccettature. Nel dettaglio, gli eventi compresi in “Passeggiando nel tempo” ricostruiscono e svelano misteri e storia di un territorio dove pietre, segni, immagini dialogano ancora col presente: visite al centro storico di capoluogo e frazioni in cui ancora vivono e emozionano le poderose strutture medievali: castelli e rocche, pievi e chiese con le loro preziose opere d’arte tutte da assaporare. Un percorso storico che si intreccia con la scoperta dei blasonati prodotti tipici dell’Amiata, in primis i vini la cui degustazione sarà guidata da esperti professionisti. All’interno di questo percorso, ampio spazio è riservato all’esperienza spirituale ed umana del Profeta dell’Amiata, David Lazzaretti, con la visita alla sua casa natale nel centro storico di Arcidosso e al Museo Lazzaretti ospitato al Castello Aldobrandesco. Percorsi caleidoscopici, che portano a scoprire anche la parte più singolare della storia arcidossina, quella legata ai Templari e all’alchimia, i cui segni sono ancora incisi al castello e soprattutto alla Pieve di Santa Maria di Lamula. E poi un giro a esplorare le tante chiese, Lamula, la Madonna Incoronata, San Leonardo e San Niccolò. Un itinerario che tocca anche Montelaterone con la sua rocca imponente, le sue rupi, le chiese, i palazzi che contengono preziose opere d’arte. Nel filone di “Amiata in cammino”, si accompagnano i visitatori fra i villaggi e le campagne di Arcidosso, sugli aspri luoghi di Monte Labro che ospitò la comunità giurisdavidica, fra le bellezze storiche ancora intatte di Montelaterone e la sua Pieve di Lamula, fra le terrazze che si affacciano sugli incantevoli panorami di Stribugliano e nella struggente atmosfera dei borghi di Macchie e Salaiola, dove i versi sono scritti sui muri e parlano al sentimento e al cuore. Appuntamenti imperdibili quelli con gli intellettuali che da alcuni anni lanciano “Notizie dall’Amiata”: questa volta, il 2 agosto, nella cornice della Cascata d’Acqua d’Alto, il professor Sabino Cassese, giudice emerito della Corte Costituzionale, sarà intervistato dal giornalista de Il Foglio Giuseppe De Filippi sul tema del “dovere”. Non manca la musica blasonata del Morellino Classica festival o quella dell’Accademia Amiata Ensemble e della Corale Verdi il 1 agosto o gli intrattenimenti musicali del venerdì in vari esercizi commerciali o l’allegra sfilata della Street Band. Fra il 31 luglio e il 1 agosto, poi, si inaugurano due mostre, entrambe al castello aldobrandesco: il 31 luglio La danza del Vajra e lo Yantra Yoga”, che rientra nella esposizione biennale di arte sacra delle religioni dell’umanità e il 1 agosto, l’attesissima inaugurazione della mostra della collezione d’armi di Emo Mecheroni. Appuntamenti culturali di valore, le varie presentazioni di libri di ricercatori locali: Giorgio Fatarella (Arcidosso nel XIX e XX secolo), Giombattista Corallo col suo straordinario libro sui simboli nelle opere d’arte, e Paolo Lorenzoni che torna sul tema a lui caro dell’esperienza umana e spirituale di David Lazzaretti. E infine la preziosa scatola di sogni e storie di Simone Cristicchi che torna ad Arcidosso dal 26 al 30 agosto col suo Narrastorie che si intreccia con le feste solenni in onore della Madonna Incoronata… teatro, laboratori per bambini, spettacoli, concerti, dialoghi, come quello fra Eugenio Finardi e Simone Cristicchi il quale dialogherà anche con Don Gigi. il 29 agosto. E infine la solenne processione in onore della Madonna il 28 agosto e la fiera straordinaria per le vie del paese domenica 30. Si chiude in bellezza il 12 settembre con il giro d’Italia femminile che arriva sabato ad Arcidosso, dopo aver toccato tanti borghi della montagna, Stribugliano, Roccalbegna, Seggiano, Abbadia San Salvatore, Castel del Piano e altre realtà. La tappa di Arcidosso il comune l’ha voluta dedicare alla memoria del concittadino Carlo Poggiolini, recentemente scomparso.

Info e programma completo al sito www.comune.arcidosso.gr.it e www.prolocoarcidosso.it

Contatti Comune Arcidosso 0564-965055/57 (dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12)

Cellulare (anche whatsapp) 4339714 dal lunedì al venerdi dalle 15 alle 18

Assessorato turismo 3313654927

Ufficio Pro Loco 3667472612 (9 – 12,30)

Tutti gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e del distanziamento sociale così come previsto dai protocolli anti Covid 19 che gli organizzatori invitano tutti i partecipanti a rispettare, comportandosi con la massima prudenza.

Da Venerio
Ottica Colombini
piccolo hotel aurora
ARS fotografia
Banca Tema